sabato 23 gennaio 2010

Nel 2010 la Ruhr è capitale europea della cultura

Chi non ha mai sentito parlare della Ruhr? Se hai visto il video che ho postato qualche giorno fa, ti sarai reso conto che c'è qualcosa che bolle in pentola nella regione tedesca quest'anno!
Ebbene sì, la Ruhr è stata nominata capitale europea della cultura.



Immagine di [martin]


La capitale europea della cultura è una città, designata dall’Unione Europea, che per un anno ha l’opportunità di mettere in mostra la sua vita culturale ed il suo sviluppo.
Le città scelte per il 2010 sono Essen (Germania), Pécs (Ungheria) e Istanbul (Turchia). Nel caso di Essen, non è quindi solo la città ad essere stata nominata capitale europea della cultura, ma l’intera area metropolitana della Ruhr; è la prima volta che un’intera regione ottiene questo titolo.

Un’area della Germania che è sempre stata sottovalutata dai turisti e considerata una fredda selva di grandi industrie, un’area inquinata e senza attrattive, ha scelto di riscattarsi ed è riuscita a trasformarsi nella capitale europea della cultura nel 2010, proponendo una scelta di eventi così vasta da riuscire ad attirare visitatori da molti paesi.

Com'è possibile che una regione industriale si sia trasformata in pochi anni nella capitale europea della cultura?
Come possono fabbriche abbandonate e vecchi pozzi minerari convertirsi in strutture culturali ed artistiche?
Cosa ne è stato degli impianti industriali?
Cosa c'è da vedere nella regione della Ruhr?

Per rispondere a queste ed altre domande ho scritto un piccolo dossier dedicato esclusivamente alla Ruhr.




In solo 11 pagine con tante tante figure, spiego:

- Dov'è la Ruhr
- Cos'è la Ruhr
- La sua storia
- Perchè è capitale europea della cultura
- Quali sono i luoghi must che devi assolutamente vedere

La buona notizia è che il dossier è COMPLETAMENTE GRATUITO.
In cambio ti chiedo solo di lasciarmi il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail.
Minimo sforzo, massima resa!

Vedrai, non te ne pentirai!!

--> Scarica il dossier da questa pagina

Bookmark and Share

3 commenti:

Elena ha detto...

Penso che il file sia molto interessante, specialmente nel fatto che si sono reinventati qualcosa di artistico, umanistico, da fabbriche ed edificii che sono tutt'altro. Non so se andrò mai a visitare la Ruhr....ma sicuramete sono da lodare per il lavoro che hanno fatto!

Anonimo ha detto...

Mi hai convinto, prossima meta la Ruhr!

papier ha detto...

ottima idea brava!
colgo l'occasione per un suggerimento letterario che si abbina molto bene con la tua info sulla Ruhr:
"Fiaba del Reno" di Clemens Brentano - Donzelli Editore.
Oltrechè ad essere un fondamento della cultura europea, è un favoloso "mezzo di trasporto per la mente" attraverso questi luoghi a noi tanto cari.
Questa edizione curata in modo scientifico e con grande passione per l'arte in tutte le sue espressioni.
Viv la Germania!

Licenza Creative Commons
Questo opera di Elena Baldi è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Based on a work at www.vivalagermania.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.vivalagermania.blogspot.com/.