sabato 30 luglio 2011

Imparare il tedesco a Berlino, capitale dei giovani

Berlino è proprio così, la capitale dei giovani e per i giovani: c’è chi sostiene che sia Londra la capitale piú viva e cosmopolita d’Europa, ma ad affermarlo sono solo quelli che non hanno mai visto Berlino. Un numero incredibile di cose da fare e da vedere, da vivere a pieni polmoni.


Se per le vostre vacanze avete deciso di seguire i corsi di tedesco in Germania, non potete fare altro che scegliere questa bellissima e ricchissima città per la vostra vacanza all’estero. La città è un concentrato di storia e di arte e passeggiare nei luoghi che sono stati simbolo della “Guerra Fredda” è davvero emozionante. La città è enorme, non bastano certo un paio di giorni per visitarla tutta, quindi un soggiorno per i corsi di lingua a Berlino può essere l’occasione giusta per viversela in tutto il suo splendore.


Tra le tappe fondamentali che ogni visitatore non deve mancare durante un corso di tedesco in Germania ci sono: l’isola dei musei, nella parte settentrionale dell’isola della Sprea che si trova proprio nel centro di Berlino (quartiere Mitte) che per la immensa importanza culturale è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco; il Bundestag, il Parlamento tedesco, la cupola del Reichstag realizzata da Foster e, udite udite, la torre televisiva, dalla quale si gode una vista di Berlino a dir poco mozzafiato.


La porta di Brandeburgo sarà una tappa obbligata se volete dire di essere stati a Berlino così come lo sarà il Checkpoint Charlie, il Museo del Muro in Postdamer Platz, e l’Alexanderplatz, la suggestiva piazza in puro stile comunista. Cose da fare a Berlino ve ne sono un’infinità: locali trendy e alla moda, dove nascono tendenze soprattutto musicali, sono all’ordine del giorno e pub e discoteche aperte fino all’alba fanno da cornice alle splendide notti berlinesi.


Scegliere di fare dei corsi di tedesco a Berlino dunque non sarà una semplice esperienza di studio: potrete vivere un’esperienza di viaggio assolutamente indimenticabile e poi con la conoscenza del tedesco avrete una grande occasione per i vostri sbocchi professionali, perché ad oggi è una delle lingue piú richieste sul curriculum.
Bookmark and Share

5 commenti:

Lavorare in Germania ha detto...

molto utile questo blog! :) complimenti all'autore!

Criparty ha detto...

io quest'estate ho visitato berlino *-* ERA BELLISSIMA cavolo me ne sono ritornato innamorato

Anonimo ha detto...

Che posto di merda la Germania...io ci sto da quasi due anni in questo cold dump, e non vedo l'ora di andarmene:
- I Tedeschi mediamente sono dannatamente stubborn ed arroganti, quando s'impuntano su un principio non cambiano idea manco con le cannonate, manco se gli fai vedere che sbagliano palesemente, ed inoltre sono piuttosto diretti aggressivi e maleducati (la chiamo "Panzer mentality", d'altronde loro sono esperti di carri armati)...infatti si vede come stanno distruggendo l'Euro, l'Europa ed il mondo intero, con la loro stubborness riguardo il Quantitative Easing e l'inflazione. Per la terza volta in 100 anni questi si sono rialzati, e rischiano DI NUOVO di distruggere il mondo intero, questo volta dal punto di vista finanziario. Bisogna trovare un modo per distruggerli ed assicurarsi che non si rialzino MAI PIU'.

- Nell'Est (ma non solo) hanno un problema grande quanto una casa con i neo-nazi di merda, che fosse per me dovrebbero andare tutti i lavorare in qualche miniera di uranio in Siberia

- In generale hanno un altro problema grande quanto una casa con la marea di Turchi e Russi che vengono qui, e non contribuiscono per nulla alla societa', vivono di sussidi, rubano, si ubriacano, costringono le mogli a seguire la Sharia, ecc...ai Russi danno pure la cittadinanza subito, per via di una stupida "legge del ritorno". La Germania si sta scavando la fossa da sola...diventera' il primo stato Islamico e/o parte della federazione Russa dell'Europa occidentale...

- Gli stipendi in certe professioni sono scandalosamente bassi, non c'e' salario minimo, il Tedesco medio e' costretto a fare la spesa in quel cesso di Lidl/Aldi/Norma (supermercati da terzo mondo)

- Berlino? Citta' di merda piena di comunisti, anarchici, neo-nazisti, Turchi, ed in generale tutti questi "fenomeni" che non fanno un cazzo dalla mattina fino alla sera...

- C'e' molto piu' crimine e violenza di quanto noi Italiani (con un complesso d'inferiorita' verso qualunque cosa venga dall'estero) pensiamo

- Il cibo fa' schifo

- Le persone sono fredde e ti fissano (they stare at you...d'altronde questi sono stati abituati con la Gestapo e la Stasi...un paese di spie)

- I pochi Tedeschi laureati, che preferiscono lavorare piuttosto che vivere di Hartz IV e lavoro nero...se ne scappano in USA, UK, Svizzera appena possono, perche' in Germania per loro ci sono solo tasse alte, burocrazia, rigidita' mentale, invidia sociale da parte dei poveri per chi fa' carriera (l'ho sperimentata sulla mia pelle, da parte della mia insegnante di Tedesco, che ce l'aveva con me perche' io sono Ingegnere), ecc...rimarra' un paese di Turchi, Russi e scansafatiche

Lena ha detto...

Ciao "Anonimo".
Commento molto interessante.
Viverci, a Berlino, è diverso rispetto a passarci come turista.
Mi permetto di scrivere le mie idee in proposito, non contro le tue, ma come complemento.

- Vero.

- Neonazi: non solo nell'Est, anche nel resto della Germania.

- Turchi e Russi: mi sembra una visione semplicistica, e comunque lo stesso si può dire degli Italiani. Portano con sè problemi, ma anche tanta forza lavoro, che ai tedeschi non ha mai fatto schifo. Per quanto ho visto io, non tutte le donne turche seguono la Sharia, anzi, vanno in piscina in bikini, si vestono come le tedesche e possono avere fidanzati tedeschi o di altre nazionalità.Questo almeno nel Sud, a Berlino non so.

- In Italia, gli stipendi, ultimamente, non vengono nemmeno pagati, soprattuto ai giovani. Mi risulta che mediamente in Germania gli stipendi siano molto più alti che in Italia. Per gli ingegneri (mi baso su quelli che conosco) sono il triplo rispetto all'Italia.
E le tasse in Italia, per chi le paga, sono massacranti.

- Non lo so.

- Verissimo, noi Italiani dobbiamo smetterla di avere assurdi complessi di inferiorità, più viaggio all'estero, più me ne rendo conto.

- Adoro il cibo tedesco, però quello del Sud. E' necessario chiedere le ricette o i piatti migliori alle persone del luogo e provare a rifarli noi, adattandoli al nostro gusto. Mai fidarsi dei take away, kneipe e ristoratori in generale.

- Non so come funzioni a Berlino, ma i tedeschi che ho conosciuto io sono come gli Italiani: alcuni scemi, alcuni intelligenti, alcuni simpatici, altri freddi, alcuni buoni, altri stronzi.

- I tedeschi laureati che conosco io, ingegneri, trovano lavoro molto prima di laurearsi e con stipendi che a noi fanno girare la testa. Immagino che anche tu abbia un buon reddito rispetto all'ingegnere italiano al quale vengono offerti dai 400 agli 800 € al mese per lavorare a tempo pienissimo con contratti di 3/6 mesi senza malattie, ferie, contributi e non parliamo di gravidanze perchè in Italia non assumono donne a meno che non ci siano alternative o che non siano sicuri di poterle pagare di meno perchè tanto così fan tutti. Io faccio parte della prima, fortunatissima, categoria. Vorrei anch'io la rigidità mentale dei tedeschi!!!
Invidia per chi fa carriera? Forse ti sei dimenticato dell'Italia... il paese in cui se una donna riesce a mettere insieme due spicci per sfamare la famiglia, sicuramente deve averla data a qualcuno. Il paese in cui, il mio primo giorno di lavoro, mi è statochiesto chi mi aveva raccomandato.
I tedeschi lavorano meno e guadagnano di più, gli italiani credono di essere furbi a fregare il vicino di casa e non capiscono che si rovinano con le proprie mani.

CONCLUDENDO: grazie per il commento, pensavo di pubblicarlo come post, perchè è giusto, finalmente, rivalutare l'Italia e smetterla con questi stupidi complessi di inferiorità e, soprattutto smetterla di farci la guerra "tra poveri" tra di noi (nord vs sud, uomini vs donne, vecchi vs giovani, ricchi vs poveri, noi vs il resto del mondo, noi vs persino i nostri stessi figli/genitori/partner)e trovare un senso di unità.
Credo che tu abbia una visione molto pessimista perchè non ti trovi bene in quella situazione, sicuramente non ci sono solo contro, ma anche qualche pro e qualche segreto da carpire e applicare in Italia.

Sabrina ha detto...

Che bel blog! e quanti consigli utili! Io quest'estate proverò a trasferirmi a Berlino, prima frequentando un corso di lingua e poi cercherò di trovare un lavoro come graphic designer. ora mi sto esercitando su questo portale www.12speak.com dove chatto con madrelingua e miglioro il mio vocabolario, il tutto gratuitamente. Ho notato però che in alcuni vecchi post hai suggerito altre risorse, come etandem. Ci darò un'occhiata! Grazie ancora!

Licenza Creative Commons
Questo opera di Elena Baldi è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Unported.
Based on a work at www.vivalagermania.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.vivalagermania.blogspot.com/.